Viaggio Nel Mondo

Otranto

Otranto, Salento

© Guardia di Porta – Panoramio.com

Otranto, Hydruntum nell’antichità, fu per 1000 anni il porto più importante verso l’Oriente, i Balcani e Venezia. Ricca di splendide spiagge con mare cristallino e limpido, si trova lungo la costa adriatica. Dal fascino orientale, è costruita su un’ampia sporgenza rocciosa a picco sul mare.

La città di Otranto

Otranto è un borgo medioevale di case bianche, con le mura aragonesi che circondano ancora l’affascinante centro storico. L’attrattiva principale della cittadina rimane lo splendido mosaico pavimentale dell XII secolo, opera del monaco basiliano Pantaleone, della Cattedrale romanica di Santa Maria Annunziata, dove sono custoditi i resti degli 800 martiri decapitati dai turchi nel 1481. Di rilievo è il Castello Aragonese, noto come Forte a mare, ampliato nel 1491 da Ferdinando I d’Aragona in seguito all’assedio turco del 1480. L’entroterra di Otranto è un luogo è ideale anche per gli amanti del trekking per gli splendidi itinerari puntellati di dolmen e menhir.

Otranto, eventi

La festa più importante di Otranto si tiene ad agosto (11-14) ed è la Festa dei martiri Idruntini, gli 800 martiri uccisi dai Turchi, ricordati con processione e messa solenne nella Chiesa di Martiri, con gli immancabili fuochi d’artificio che concludono la cerimonia.

Otranto, mare e spiagge

Otranto è famosa per il suo litorale che si estende a nord e a sud della città. La costa nord è caratterizzata da un lungo tratto sabbioso, molto frequentato dai turisti per le splendide spiagge della Baia dei Turchi, famosa per il suo mare cristallino, e di Atlantis, grazioso stabilimento balneare, che si trasforma la sera in disco pub. Più a nord si trovano i Laghi Alimini, oasi protetta caratteristica dell’agro otrantino, che si compone di 2 bacini, il primo detto Fontanelle, di acqua dolce, l’altro chiamato Alimini Grande, di acqua salata, collegato al mare da un canale. Capo d’Otranto, costa AdriaticaLe bellissime spiagge che circondano i bacini sono raggiungibili attraverso una pineta; affollate a luglio e agosto, hanno un mare splendido in qualsiasi momento dell’anno. La costa sud, invece, è rocciosa, selvaggia e costellata di torri d’avvistamento. Tra le località più note Capo d’Otranto, il punto più a est d’Italia indicato dalla Torre di Serpe che s’incontra prima di raggiungere Porto Badisco, nota per le scritture preistoriche della Grotta dei Cervi, dove secondo Virgilio approdò Enea dopo la disfatta della sua città.

Otranto, come arrivare

In auto. Autostrada A14 uscita Bari Nord, proseguite per la superstrada per Brindisi (120 km) fino a Lecce (40 km). Da Lecce uscita Tangenziale Ovest direzione Otranto.

In treno. Ferrovie dello Stato fino a Lecce, proseguire con treni locali FSE fino a Otranto.

In aereo. Brindisi Casale dotato di servizio navetta da e per Lecce e da qui proseguire per Otranto.

In autobus. Collegamenti sono previsti da diverse compagnie nei mesi estivi, ad esempio dalla Salento in bus.

,