Viaggio Nel Mondo

Maldive del Salento

Maldive del Salento

© mgr65 – Panoramio.com

La costa che unisce Gallipoli a Santa Maria di Leuca è un susseguirsi di lunghe distese di sabbia bianca e finissima tra le più belle spiagge del Salento con mare verde, cristallino, dai fondali bassi e sabbiosi. Alcuni comuni della zona a cui appartengono le diverse marine, si sono recentemente raggruppati in Unioni, che si identificano oggi con Unione dei Comuni Talassa Mare (Castrignano del Capo e Tricase) e Unione dei Comuni Terra di Leuca che comprende tra gli altri Morciano, Patù e Salve.

Spiagge tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca

La costa ionica offre spiagge e calette meravigliose, punti di mare tra i più belli d’Italia. Ugento, ad esempio, è una splendida cittadina, le sue marine sono famose per le Secche, paradiso dei sub, con sorprendenti pareti a picco e grotte ricche di pesci. Si estendono per 8 km di spiaggia in buona parte sabbiosa, tra cui Torre San Giovanni dal paesaggio suggestivo di macchia mediterranea e dune che arrivano alla spiaggia bianca e fine, quasi a lambirne il mare. Poco distante troviamo Torre Mozza, località balneare dai lunghi arenili di fine sabbia dorata e mare trasparente. Caratteristiche della zona sono le Chiriche, piccoli scogli che affiorano dal mare.

I successivi km toccano le marine di Salve, vanto della costa ionica, considerate orgogliosamente dai locali le Maldive del Salento. La prima località è Lido Marini, solo in parte nel territorio di Salve, con la sua costa particolare, rocciosa con rilievi di sabbia fine. Segue Torre Pali, con piccole distese di sabbia intervallata da basse scogliere, la cui torre, costruita nel 1550 su uno scoglio che sorge dal mare, è il simbolo della cittadina.

Prima di raggiungere la famosissima Pescoluse, in assoluto tra le più belle spiagge della costa ionica con dune di sabbia e acqua cristallina, s’incontra la Cabina, marina dalla spiaggia bianca e pregiata che ricorda le migliori località esotiche. Scendendo ancora verso Santa Maria di Leuca si raggiunge Torre Vado, molto conosciuta per le belle scogliere, e successivamente Marina San Gregorio, antico porto messapico, con una piccola insenatura rocciosa sulla cui riva si alternano piccoli ciottoli a lastre di pietra spianata che si congiugono ai fondali ricchi di pesce.

,